domenica 11 febbraio 2007

58 - buddha encore

«Il bramino Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonché dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:

– Sei per caso un dio?
– No, brâhmana, non sono un dio.
– Allora sei un angelo?
– No davvero, brâhmana.
– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.
– E allora, che cosa sei?
– Io sono sveglio.»

(Anguttara Nikaya)

4 commenti:

Anonimo ha detto...

morale della storia: aspettati di essere avvelenato da uno di cui non sai niente mentre dormi

Anonimo ha detto...

l'inutile dado vide un uomo seduto sotto un albero e fu talmente colpito da una sua roncolata tra capo e collo che gli chiese:

- Sei per caso un dio delle roncolate?

- Certo che ne spari di cazzate!

e giù, un'altra roncolata

-Allora sei un suo angelo?

-Tanto quanto tu sei utile.

e giù, un'altra roncolata

-Allora sei uno spirito vendicativo?

-No, non mi devo vendicare di nulla ma ti mazzuolo.

e giù, un'altra roncolata

-Allora cosa sei?

-Un increscioso parto della tua immaginazione masochista.

dado titubò non poco dopo aver inteso l'ultima risposta, abbastanza da essere finito a mazzate e passò paradossalmente tra i più, lui che in tutta la sua vita fu un meno.

morale: se ti picchiano scansati.

Anonimo ha detto...

l'inutile dado vide un uomo seduto sotto un albero e fu talmente colpito da una sua roncolata tra capo e collo che gli chiese:

- Sei per caso un dio delle roncolate?

- Certo che ne spari di cazzate!

e giù, un'altra roncolata

-Allora sei un suo angelo?

-Tanto quanto tu sei utile.

e giù, un'altra roncolata

-Allora sei uno spirito vendicativo?

-No, non mi devo vendicare di nulla ma ti mazzuolo.

e giù, un'altra roncolata

-Allora cosa sei?

-Un increscioso parto della tua immaginazione masochista.

dado titubò non poco dopo aver inteso l'ultima risposta, abbastanza da essere finito a mazzate e passò paradossalmente tra i più, lui che in tutta la sua vita fu un meno.

morale: se ti picchiano scansati.

Anonimo ha detto...

ah, considerando quanto sei alto questo blog dovrebbe chiamarsi "catastrofe orizzontale"; anche considerando lo spessore culturale che ti contraddistingue nonché la profondità dei tuoi pensieri.