lunedì 2 febbraio 2009

156 - Non questo! Non questo!

«In verità l’“al di là dell’essere” non esprime già un “questo determinato” – ché non pone nulla, positivamente – e non esprime neppure un nome di lui, ma comporta unicamente una tesi negativa: “non è questo!”
Pure solo il “non-come” potrebbe significare il suo “come”; poiché non c’è nemmeno il “come” in colui che non ha neanche il “che”; tuttavia, noi uomini siamo sbattuti, come per doglie, nell’incertezza della parola che convenga pronunziare e parliamo dell’Ineffabile e avventuriamo dei nomi, bramosi d’indicarlo a noi stessi come meglio sappiamo. E, forse, anche questo nostro nome “Uno” non ha altro valore che di “soppressione” relativamente al molteplice!»

(Plotino – Enneadi V, 5, VI)

Nessun commento: