giovedì 5 novembre 2009

180 - autoritratto


"Scriverò di nuovo, ma quanti dubbi ho avuto in questo frattempo circa il mio scrivere. In fondo sono un uomo incapace, ignorante che, se non fosse andato a scuola, costretto senza alcun merito suo, quasi senza accorgersi della costrizione, sarebbe esattamente in grado di stare accovacciato in un canile, di saltar fuori quando gli dessero da mangiare e di ritornare dentro dopo aver ingoiato il pasto."

(Kafka, DIARI - 18 novembre 1913)

Nessun commento: