lunedì 4 marzo 2013

209 - Thomas Pynchon


L'innocenza delle creature è inversamente proporzionale all'immoralità del loro Signore.

("L'arcobaleno della gravità")

Ma è vero il contrario. Un Dio colpevole di una creazione imperfetta libera le creature dalla responsabilità della loro imperfezione. Esse sono innocenti, in misura della colpevolezza del Signore. Più Dio è immorale, più la creatura si riscatta.

A rigore, non c'è altro colpevole al di fuori di Dio. Ed è a Lui che spetta l'inferno.

208 - gli eletti

Ci sono solo popoli eletti: tutti quelli che ancora esistono.

(Elias Canetti - La provincia dell'uomo)