lunedì 27 maggio 2013

214 - Slavoj Žižek

Quando, nel messaggio di natale del 2008, il Papa ha proclamato che, se l’umanità non imparerà a superare il suo egoismo, la storia umana terminerà nell’autodistruzione, egli non solo ha pronunciato una banalità moralistica, ma ha anche affermato un’evidente falsità. Accettiamo pure che i due pericoli principali oggi siano il capitalismo senza freni e il fondamentalismo religioso; tuttavia, come chiarisce anche un’analisi superficiale della soggettività «fondamentalista», i fondamentalisti non sono egocentrici ma, al contrario, sono spietatamente consacrati a un scopo trascendentale, per il quale sono pronti a sacrificare tutto, inclusa la vita. Per quel che riguarda il capitalismo, si potrebbe anche mostrare che la sua sempre crescente circolazione non può essere ridotta a una egoistica brama dei capitalisti per profitti sempre maggiori.
 
(Vivere alla fine dei tempi)

Nessun commento: