martedì 30 dicembre 2014

225 - Günther Anders (3)


“Certi operai (O1) servirono certe macchine (M1) per produrre con esse un’altra macchina, l’aeroplano (M2). In questa macchina salì, in seguito ad un ordine, un altro operaio (O2) chiamato «pilota»; e questi a sua volta la servì per dare possibilità ad un altro operaio (O3), ugualmente seduto in una M2, di servire ancora un’altra macchina (il congegno di lancio o la bomba M3), ugualmente prodotta dagli operai (O1) grazie al servizio di altre macchine (M1); e grazie a questo servizio, provocare un certo effetto (la distruzione di Hiroshima) […]

Dal punto di vista strategico (poiché l’atto di premere il bottone che farà scattare l’ultimo effetto avrà luogo esattamente nelle stesse retrovie nelle quali finora aveva luogo la produzione delle armi) significa che tutte le azioni di guerra verranno «prodotte» e fatte scoppiare nelle retrovie: con il che, naturalmente, […] le retrovie smettono di essere retrovie e diventano il fronte. Tutte queste differenze sono superate.”


("L'uomo è antiquato", vol. 2)

Nessun commento: